Le infezioni fungine stanno diventando sempre più pericolose?

Le infezioni fungine stanno diventando sempre più pericolose?

Last Updated on Febbraio 3, 2024 by Joseph Gut – thasso

31 gennaio 2024 – Le infezioni fungine stanno diventando sempre più pericolose per noi; I funghi non si trovano solo nei nostri piatti, ma praticamente ovunque intorno a noi. Spesso sono innocui per noi esseri umani, ma se si verifica un’infezione, può avere conseguenze gravi, come dimostra un nuovo studio. La pandemia di COVID-19 ha tenuto il mondo con il fiato sospeso per oltre due anni e mezzo.

Fungo commestibile o velenoso?

Ma non è solo la malattia acuta in sé a causare difficoltà, anche le conseguenze psicologiche e fisiche ci creano problemi. Oltre al COVID lungo, esiste un altro effetto collaterale acuto e molto minaccioso di un’infezione da COVID-19, vale a dire le malattie fungine associate a COVID-19. Sono state identificate tre importanti infezioni fungine in relazione al COVID-19, vale a dire l’aspergillosi polmonare associata al COVID-19 (CAPA), la candidosi associata al COVID-19 (CAC) e, in particolare, con l’emergere della variante Delta in India, la mucormicosi associata a COVID-19 (CAM). Molti studi hanno affrontato fenomeni e aspetti regionali; Tuttavia, finora è mancato uno sguardo allo sviluppo globale di queste malattie associate al Covid-19.

Questi risultati mostrano chiaramente una cosa: il mondo dei funghi è ancora pieno di segreti. I ricercatori ritengono che ci siano quasi 4 milioni di specie ancora sconosciute. Ad oggi sono state descritte circa 120.000 specie di funghi. Ciò significa: potrebbero volerci altri 25.000 anni prima che tutte le specie vengano scoperte. Un compito colossale. Dopotutto, i funghi vivono non solo nella foresta, ma anche nel mare e nei tropici. Ben protetto e difficile da trovare. Ma i funghi si possono trovare anche intorno a noi e nel nostro corpo. Piccoli e per lo più innocui per noi.

Ma i funghi stanno diventando sempre più una minaccia mortale per l’uomo. Il numero dei contagi è in aumento, come dimostra il nuovo studio sopra citato, pubblicato a metà gennaio sulla rivista “Lancet Infectious Diseases”. Per fare ciò, sono stati analizzati i numeri di 120 paesi che coprivano le malattie fungine tra il 2010 e il 2023. Secondo l’autore dello studio, le stime presuppongono un’incidenza annuale di 6,5 milioni di infezioni fungine invasive e 3,8 milioni di decessi. Tuttavia, da micologo, l’autore afferma che questi numeri possono solo essere stimati. Non ci sono informazioni precise sulle malattie fungine annuali. Anche perché non è sempre chiaro se dietro un’infezione osservata ci sia un fungo.

Ciò che è chiaro, tuttavia, è che il numero di infezioni mortali è in aumento. Secondo lo studio, più di 10 anni fa si sono verificati circa 2 milioni di morti fungini. Adesso sono 6,5 milioni. Un aumento massiccio. “Dobbiamo prendere molto sul serio i funghi”, hanno affermato gli autori dello studio. Il problema: non è possibile vaccinarsi contro i funghi e solo pochi farmaci possono aiutare. Noi esseri umani potremmo aumentare ulteriormente l’effetto. Perché i funghi sono capaci di apprendere. Possono anche sviluppare resistenza come i batteri. Ciò avviene, ad esempio, attraverso l’uso di fungicidi, cioè veleni che hanno lo scopo di uccidere i funghi. Sono spesso utilizzati in agricoltura.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha quindi messo in guardia dalle malattie fungine già nel 2022 e ha pubblicato un elenco delle infezioni fungine più pericolose per la vita. Nello specifico, ci sono oltre 19 funghi patogeni che gli esperti ritengono minaccino la salute pubblica. L’OMS ha chiesto una migliore ricerca su questi agenti patogeni al fine di sviluppare opzioni terapeutiche.

I seguenti agenti patogeni sono particolarmente pericolosi per la vita dei pazienti con un sistema immunitario indebolito: Cryptococcus neoformans, che può causare meningite, Candita auris, che può colpire il sistema nervoso centrale, gli organi, le ossa e gli occhi, tra gli altri, Aspergillus fumigatus, che si trova nel polmone e negli impianti, e Candida albicans. Per quest’ultimo vale quanto segue: piccolo ma potente. Questo agente patogeno è molto diffuso e colpisce le mucose della bocca, della gola, dei genitali e dell’intestino, ma raramente causa problemi nelle persone sane. Tuttavia, può essere pericoloso per la vita delle persone immunocompromesse, come dimostra la già citata candidosi associata a COVID-19 (CAC).

Ecco alcune spiegazioni sulle malattie fungine:

 

Dichiarazione di non responsabilità: le immagini e/o i video (se presenti) su questo blog possono essere soggetti a copyright. Tutti i diritti rimangono del proprietario di tali diritti.

Print Friendly, PDF & Email

dottorato di ricerca; Professore di Farmacologia e Tossicologia. Esperto senior in medicina teragenomica e personalizzata e sicurezza dei farmaci individualizzata. Esperto senior in farmaco- e tossicogenetica. Esperto senior in sicurezza umana di farmaci, prodotti chimici, inquinanti ambientali e ingredienti dietetici.

Lascia un commento

Optional: Social Subscribe/Login

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.