Ketamina, depressione, dipendenza: è una cura, una causa o un circolo vizioso?

Ketamina, depressione, dipendenza: è una cura, una causa o un circolo vizioso?

Last Updated on Gennaio 1, 2023 by Joseph Gut – thasso

29 dicembre 2022 – I molti effetti della ketamina sono clinicamente gestibili? Per il trattamento dei medici e dei loro pazienti che ricevono ketamina per un certo numero di indicazioni come l’inizio e il mantenimento dell’anestesia generale, alcune forme di sollievo dal dolore cronico e alcuni tipi di depressione.

La ketamina è una droga dissociativa che induce una persona a sentirsi distaccata dalla realtà. Sebbene un’infusione a basso dosaggio correttamente somministrata da un medico possa essere terapeutica per alcuni pazienti affetti da depressione, l’abuso ricreativo di ketamina è molto pericoloso e comporta molti rischi per l’utente. A dosi più elevate la ketamina può causare un’ampia varietà di effetti avversi che possono includere: delirio, amnesia, compromissione della funzione motoria, ipertensione, dolore alla vescica, depressione, respiro rallentato, convulsioni, danni cerebrali e persino la morte.

Dal punto di vista medico, la ketamina viene utilizzata per l’induzione e il mantenimento dell’anestesia. È uno degli anestetici più sicuri perché, a differenza di oppiacei, etere e propofol, non sopprime né la respirazione né il battito cardiaco. La ketamina è anche semplice da somministrare e altamente tollerabile rispetto a farmaci con effetti simili che sono infiammabili, irritanti o addirittura esplosivi. La ketamina è stata sintetizzata per la prima volta nel 1962 e approvata come Ketalar per l’uso negli Stati Uniti nel 1970. È stata regolarmente e ampiamente utilizzata per l’anestesia chirurgica durante la guerra del Vietnam. Oltre che come agente anestetico, la ketamina è spesso usata come droga ricreativa, dove si trova sia in polvere che in forma liquida, ed è spesso indicata come “Special K” per i suoi effetti allucinogeni e per i già citati effetti dissociativi. Insieme ad altri farmaci psicotropi, è nell’elenco dei farmaci essenziali dell’Organizzazione mondiale della sanità. Oggi è disponibile come farmaco generico.

La ketamina è un bloccante dei pori del recettore NMDA e questo rappresenta la maggior parte delle sue azioni tranne l’effetto antidepressivo, il cui meccanismo è oggetto di molte ricerche e dibattiti. Infatti, a dosi subanestetiche, la ketamina è un agente promettente per il trattamento del dolore e della depressione resistente al trattamento. In queste indicazioni, tuttavia, l’azione antidepressiva di una singola somministrazione di ketamina diminuisce con il tempo e quindi è necessario un dosaggio ripetuto. Lo stesso vale per l’uso ricreativo della ketamina da parte di alcuni individui. Gli effetti a lungo termine dell’uso ripetuto sono in gran parte sconosciuti e sono un’area di indagine attiva.

Ketamina e depressione

Alcuni pazienti che assumono ketamina per qualsiasi motivo possono avere difficoltà a uscire dal loro stato di dissociazione e possono continuare a sentirsi disconnessi dal mondo che li circonda. Pertanto, la ketamina può ostacolare il giudizio, l’attenzione e il pensiero e può esacerbare problemi di salute mentale esistenti o crearli di nuovo come nel caso della depressione. La ricerca mostra che i consumatori cronici di ketamina tendono ad essere più depressi dei consumatori occasionali.

La ricerca ha dimostrato che la ketamina provoca cambiamenti nella neurochimica del cervello. In questo contesto, è importante essere consapevoli dei pericoli associati all’assunzione di ketamina mentre si è depressi e cercare aiuto se attualmente si utilizza ketamina e si ha difficoltà a smettere. È l’ironia di qualsiasi spada a due facce, come nel caso della ketamina, di essere clinicamente molto efficace da un lato e portare pericoli/rischi per la salute nascosti dall’altro (cioè lo sviluppo di una dipendenza). In ogni caso, i pazienti devono contattare un professionista dell’abuso di sostanze in merito alle opzioni di trattamento disponibili che possono aiutarli a superare la loro dipendenza da ketamina, compresi i piani di trattamento integrati per le persone con doppia diagnosi. Questi programmi possono affrontare sia l’abuso di ketamina che la depressione concomitante, riducendo la probabilità di ricaduta dopo il trattamento e rendendo molto più facile rimanere sulla strada della sobrietà. Se i pazienti hanno sviluppato una dipendenza psicologica dalla ketamina, potrebbe essere necessaria una disintossicazione sotto controllo medico presso una struttura di trattamento per aiutarli a superare in modo sicuro e confortevole eventuali sintomi di astinenza.

 

Ketamina e il sistema degli oppioidi

La ricerca ha dimostrato che la ketamina provoca cambiamenti nella neurochimica del cervello. I meccanismi molecolari non sono ancora molto ben compresi; ci sono alcune prove recenti, tuttavia, che la ketamina si lega e attiva i recettori degli oppioidi, provocando il rilascio di oppioidi presenti naturalmente nel corpo. Se la ketamina funziona davvero attraverso il sistema degli oppioidi, i consumatori cronici possono sviluppare una tolleranza al farmaco e diventare dipendenti. Per questo motivo, è importante che le persone che ricevono regolarmente trattamenti con ketamina per la depressione siano monitorate per rilevare eventuali segni di dipendenza da oppiacei.

Nella popolazione esisteva un bisogno di lunga data di ulteriori trattamenti efficaci per la depressione resistente al trattamento negli adulti che avevano provato altri farmaci antidepressivi ma non ne avevano tratto beneficio (cioè, che soffrivano di depressione resistente al trattamento) che di per sé è una grave e possibilmente condizione pericolosa per la vita. L’American Food and Drug Administration (FDA) e l’EMA (Unione Europea) hanno entrambe recentemente approvato lo spray nasale Spravato (esketamina), in combinazione con un antidepressivo orale, per il tanto necessario trattamento della depressione resistente al trattamento. È interessante notare che l’esketamina è l’enantiomero s della ketamina, che è una miscela di due enantiomeri (molecole immagine speculare).

A causa dell’urgente necessità di questo tipo di trattamento, la FDA ha concesso a questa applicazione le designazioni normative Fast Track e Breakthrough Therapy. Tuttavia, poiché l’ingrediente farmacologicamente attivo (PAI) di Spravato (esketamina) è una forma di ketamina e a causa dei possibili effetti della ketamina sulla depressione e/o sulla dipendenza in alcuni brevetti, la FDA ha adottato diverse misure per controllare e garantire un uso sicuro di Spravato (esketamina) nella popolazione di pazienti prevista.

Per prima cosa, a causa del rischio di gravi esiti avversi derivanti dalla sedazione e dalla dissociazione causate dalla somministrazione di Spravato (esketamina) e dal potenziale abuso e uso improprio del farmaco, è disponibile solo attraverso un sistema di distribuzione limitato, sotto valutazione del rischio e Strategia di Mitigazione (REMS). Solo i pazienti con disturbo depressivo maggiore che, nonostante abbiano provato almeno due trattamenti antidepressivi somministrati a dosi adeguate per una durata adeguata nell’episodio in corso, non hanno risposto al trattamento sono considerati affetti da depressione resistente al trattamento e sono idonei al trattamento.

Inoltre, l’etichettatura di Spravato (esketamina) contiene un Boxed Warning che avverte che i pazienti sono a rischio di sedazione e difficoltà di attenzione, giudizio e pensiero (dissociazione), abuso e uso improprio e pensieri e comportamenti suicidari dopo la somministrazione del farmaco. A causa del rischio di sedazione e dissociazione, i pazienti devono essere monitorati da un operatore sanitario per almeno due ore dopo aver ricevuto la dose di Spravato (esketamina). Il REMS richiede che il prescrittore e il paziente firmino entrambi un Modulo di iscrizione del paziente che affermi chiaramente che il paziente comprende che dovrebbe prendere accordi per lasciare in sicurezza l’ambiente sanitario per tornare a casa e che il paziente non deve guidare o utilizzare macchinari pesanti per il resto del giorno in cui hanno ricevuto il farmaco. Inoltre, Spravato (esketamina) deve essere dispensato con una Guida ai farmaci per il paziente che delinea gli usi e i rischi del farmaco.

Inoltre, il paziente si autosomministra lo spray nasale Spravato (esketamina) sotto la supervisione di un operatore sanitario in uno studio o in una clinica di un medico certificato e lo spray non può essere portato a casa. L’operatore sanitario istruirà il paziente su come utilizzare il dispositivo spray nasale. Durante e dopo ogni utilizzo del dispositivo spray nasale, l’operatore sanitario controllerà il paziente e determinerà quando il paziente è pronto per partire.

A parte i suoi possibili effetti psicologici indesiderati, Spravato (esketamina) viene fornito con un lungo elenco impressionante di effetti collaterali comuni riscontrati dai pazienti trattati negli studi clinici come dissociazione, vertigini, nausea, sedazione, vertigini, diminuzione della sensibilità o della sensibilità (ipoestesia), ansia, letargia, aumento della pressione sanguigna, vomito e sensazione di ubriachezza. Inoltre, i pazienti con ipertensione instabile o scarsamente controllata o disturbi vascolari aneurismatici preesistenti possono essere a maggior rischio di effetti avversi cardiovascolari o cerebrovascolari. Spravato (esketamina) può compromettere l’attenzione, il giudizio, il pensiero, la velocità di reazione e le capacità motorie. I pazienti non devono guidare o usare macchinari fino al giorno successivo dopo un sonno ristoratore. Spravato (esketamina) può causare danni al feto e le donne con potenziale riproduttivo dovrebbero prendere in considerazione la pianificazione e la prevenzione della gravidanza; le donne non devono allattare durante il trattamento.

 

Globale

 

Da tutte le conoscenze acquisite dall’applicazione della ketamina ai pazienti sembra che la domanda di cui sopra sia ancora valida: la ketamina è una cura o una causa per molte condizioni? Alcuni pazienti sotto ketamina sono addirittura intrappolati in una sorta di circolo vizioso di benefici e seri rischi?

Vedi qui una breve sequenza su Spravato:

Print Friendly, PDF & Email

Dichiarazione di non responsabilità: le immagini e/oi video (se presenti) su questo blog possono essere protetti da copyright. Tutti i diritti rimangono con il proprietario di questi diritti.

dottorato di ricerca; Professore di Farmacologia e Tossicologia. Esperto senior in medicina teragenomica e personalizzata e sicurezza dei farmaci individualizzata. Esperto senior in farmaco- e tossicogenetica. Esperto senior in sicurezza umana di farmaci, prodotti chimici, inquinanti ambientali e ingredienti dietetici.

Lascia un commento

Optional: Social Subscribe/Login

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.